giovedì 29 maggio 2014

Un albergo in salute? Chiediti cosa prendi prima di dormire.

Cosa prendi prima di dormire? Tablet, Smartphone o la camomilla?


Provate a immaginare quello che realmente fate prima di prendere sonno. Io non riesco a vivere senza il mio cellulare. Lo utilizzo per leggere, per inviare la buonanotte alle persone care e a rilassarmi con una partita a scacchi. Adoro gli scacchi on line. Ma questa è una mia personale preferenza.  Ma il punto rimane uguale.
Recentemente leggevo un interessantissimo studio Expedia Media Solution riportato da Roberta Milano dal titolo Travel Visitation on tablets is notably high in the evening  che dimostra come:


  • Non sono l'unico ad utilizzare la sera il dispositivo mobile.
  • In orari differenti si utilizzano device differenti. 
  • Un sito web non progettato per una fruizione immediata su dispositivo mobile (tablet o smartphone) è  come se in certo momenti della giornata avesse la "linea staccata.




Ovviamente come più volte mi ha fatto notare il mio caro amico Simone Puorto la scelta può avvenire anche grazie al multidevice. Il che ha senso. 

Mettiamo che la sera nel caldo del mio letto col cellulare o il tablet un amico posta su facebook ( o instagram) una foto di un luogo in cui è stato. Voglio andarci anche io, gli mando un whatsapp per ricevere informazioni, poi vado a vedere col tablet l'hotel in cui è stato. Bene, se il sito ci mette tanto a caricare e una volta caricato faccio fatica a trovare le informazioni (magari perché è messo tutto nella home page) succede che chiudo la pagina (e forse anche il cellulare) visto che comunque ho la stanchezza della giornata addosso. 

Viceversa, nonostante la stanchezza della giornata, se il sito per cellulare è accessibile, facile da trovare ciò che serve magari tramite un menù  a finestra che esclude tutto il resto, acquisisco informazione. Spengo ugualmente il cellulare (o il tablet) e ci dormo sopra. Se il sito su mobile mi ha colpito particolarmente è più probabile che la mattina seguente o il primo pomeriggio io ci rivada da lavoro ( ma non lo dite a nessuno altrimenti mi denunciano per abuso d'ufficio ;-) ) dove utilizzo un PC
Visto quanti dispositivi io da consumatore ho utilizzato prima di scegliere e in che periodi della giornata?  
Ovviamente lo studio è stato commissionato da Expedia il che vuol dire che se il sito ufficiale non riesce a soddisfare dei requisiti, le OTA sono disposte a farlo al vostro posto. Dopodiché la "guerra alle OTA" avrà ancora senso?

Recentemente un'azienda mi chiedeva come mai non riuscisse a ricevere prenotazioni durante certi periodi della giornata. Mi sono dovuto scervellare e alla fine ho concluso che:

Mamma mia. Mi ci vorrà una camomilla o forse è meglio una tisana?

P.s.

Un altro studio recente che ho trovato interessante su questi argomenti ancora una volta commissionata da EXPEDIA lo si può trovare cliccando qui.



Nessun commento:

Posta un commento