domenica 27 settembre 2015

Tripadvisor premia Napoli e punisce la Milano dell’Expo.

Alcuni fattori che determinano l’appetibilità di una destinazione sono la promozione, la posizione , il prodotto e la “reputazione” .

La formula classica del marketing delle 4P prevede il prezzo e quella delle 5P le persone ma se ci pensiamo la reputazione è in realtà la somma dei diversi aspetti di prezzo e di atteggiamento alla ricettività. 
Se si vende a un prezzo alto (rispetto a quanto riconosciuto dal segmento di riferimento) un prodotto scadente gestito da personale impreparato immancabilmente le recensioni negative aumentano. Non a caso alcuni studi parlano di “prezzo di reputazione”.

Un’ analisi interessante è quella proposta da Tripadvisor nelle sue statistiche Travellers Choice che identifica il trend del momento relativo alle preferenze degli utenti in riferimento a quattro fattori cui sopra. Facciamo un esempio:
A fine settembre le destinazioni scelte in Italia dagli utenti di Tripadvisor si presentano con questa classifica:




Come si può vedere, alcune delle destinazioni  in classifica sono mete di vacanza estiva mentre altre come Roma, Firenze, Venezia, Napoli e Milano hanno un turismo tutto l’anno percui i dati sono influenzati dal momento in cui sono stati pubblicati.

La lettura di questa classifica può portare a diversi tipi di analisi. La cosa più curiosa è stato il 9° posto di Napoli e il 10° della Milano dell’Expo.

Anche se parliamo degli ultimi 10 posti, sembra che la città lombarda non abbia convinto molto gli utenti di Tripadvisor  la quale si è presentata con una buona promozione,  posizione ,  prodotto  tuttavia sembra che il problema prevedibile stia nella  “reputazione” , è plausibile che gli utenti abbiano giudicato le strutture recensite in proporzione al prezzo pagato e ai servizi offerti. Che tradotto sarebbe: “perché ho pagato €120 a notte in un hotel dove ho ricevuto un servizio che vale al massimo €60?”
Ovviamente non è così per tutte le strutture, altrimenti sarebbe stata in una posizione fuori classifica.

Mentre il tema Expo ha caratterizzato Milano, Napoli invece ha beneficiato di una serie di strategie di marketing mix messe in atto dall’amministrazione comunale e dal Sindaco Luigi de Magistris le quali sono state recepite e rese effettive da diversi attori dell’impresa turistica che nel corso degli ultimi anni hanno preso parte a diversi confronti e a eventi di approfondimento tra cui quelli tenuti dall’A.D.A. Campania (Associazione direttori d’albergo) e da eventi spontanei come il Web Marketing Day o dall’istituzionale BMT (Borsa mediterranea del turismo) con i suoi workshop.


Tale atteggiamento recettivo da parte di molti manager campani si è rispecchiato nelle strategie reputazionali le quali, pur considerando i cronici problemi della città partenopea in fase di apparente e parziale risoluzione,  le quali in molti casi stanno permettendo un rilancio dell’immagine della città e dell’aumento del Revenue.  Elementi che non sono passati inosservati a molti utenti medi del “gufo” che hanno preferito la città del Sole a quella della Madonnina che va all’Expo.

Nessun commento:

Posta un commento