Passa ai contenuti principali

Fare turismo con il sorriso

Negli ultimi anni stiamo assistendo ad una vera e propria evoluzione nel mondo del turismo.

A mio avviso non c'è stata (per fortuna) una vero e propria evoluzione del turismo, il turismo si basa sull'accoglienza e coloro che da sempre hanno puntato sul valore umano continuano a beneficiarne nonostante gli alti e bassi della crisi.
L'evoluzione invece sta nel mezzo di influenza della scelta turistica e la scelta del canale di vendita. 
Diversi Tour Operator abbastanza importanti (tranne poche e rare eccezioni) fanno fatica a chiudere i bilanci in attivo, il tutto a vantaggio dei cosiddetti online travel agent (OLTA) ovvero agenzie di viaggi online tra le quali ricordiamo HRS, BOOKING, EXPEDIA  e da sistemi a coupon o pacchetti viaggi regalo come SMARTBOX o GROUPON i primi acquistabili persino in libreria o  in certe catene di supermercato.

La domanda allora è: ma se posso acquistare il viaggio su internet o dal "salumiere" sotto casa, che senso ha prenotare presso un'agenzia di viaggio?

In effetti l'esistenza stessa dell'agenzia di viaggio ha senso se:
  1.  l'agenzia riesce a fare la differenza e a offrire ciò che i grandi nomi non possono offrire.
  2. l'agenzia riesce ad utilizzare ottime strategie di comunicazione anche e sopratutto tramite canali social.

A mio avviso un tentativo pionere alquanto interessante ci arriva da un agenzia di viaggi del napoletano. la "PUERTOSVAGO"

Ho iniziato a interessarmi alla loro idea quando, mentre guardavo la televisione qualche giorno fa ecco che una pubblicità ha attirato la mia attenzione.

Allora facciamoci due cacoli: un'agenzia di viaggi che promuove un viaggio tutto organizzato con tanto di comici per ogni sera, "vitto, alloggio, lavatura e stiratura" vuol dire che probabilmente avrà prenotato per quel periodo tutta la struttura e fatto quello che in gergo si chiama il vuoto per pieno (cioè un agenzia che prenota un'intera struttura per un certo periodo col rischio di perderci per l'invenduto)?

Mamma mia ma questi ci sono andati giù pesante. Costi di pubblicità + costi dei comici + costi del vuoto per pieno, minimo minimo questi chiuderanno bottega quanto prima. Non possono certo competere con i grandi Tour Operator.  Oppure no?

Mi sa che in tempi di crisi nessuno fa sparate di testa, percui la cosa mi sa che sarà stata ben studiata ed io da buon appassionato di social media ho cercato di capire meglio dove hanno puntato.


  1. Hanno offerto un prodotto che le OLTA e i sistemi a GROUPON non possono offrire. Il viaggio? No. Hanno offerto L'esclusività!! Il sogno anzi IL SORRISO.  Ormai siamo tutti stressati, la crisi, lo spread, la suocera ecc. se proprio bisogna fare una vacanza, meglio che sia un momento per sorridere. Ottima idea a mio avviso. Su questo dovrebbe basarsi tutta l'accoglienza.
  2. L'attività è stata promossa sui diversi canali: televisione, ma anche su diversi canali social su facebook è stato posto un evento molto seguito con possibilità di acquistare il biglietto online e aggiornato periodicamente e udite udite gruppo su facebook con ben 2132 membri anche questo molto curato. Forse avrebbero potuto fare un pò di più in termini di social media marketing, ma è da dire che stanno dando del loro meglio.
I consiglierei di tenere d'occhio l'attività di tale agenzia e faccio i miei migliori auguri a questi giovani intraprendenti. Un consiglio che vorrei dare ai miei colleghi albergatori sta nella conclusione

CONCLUSIONE: FORSE FARE TURISMO CON IL SORRISO E' SEMPRE VINCENTE. MA ANCHE BUONI CANALI SOCIAL AIUTANO.

Commenti

Post popolari in questo blog

Come Calcolare le commissioni d'albergo

Cari amici e carissimi lettori, è una gioia per me vedere l’affetto che nutrite per il mio blog.  Dopo gli articoli come “Prepagamento e acconto” e “Capire la caparra e l’acconto” cercheremo di fare chiarezza anche sulle commissioni che tanto ci interessano nei rapporti con le OTA, i Tour Operator e le Agenzie di Viaggi. In maniera molto semplicistica, la commissione rappresenta la percentuale che va riconosciuta a un intermediario. A questo importo va scorporata l’iva. Ma andiamo per gradi e facciamo qualche esempio pratico:
Supponiamo che abbiamo concordato con un’agenzia di viaggi una commissione del 9%e da questa abbiamo ricevuto prenotazioni per un valore di1000 euro(consideriamo una cifra tonda). Le domande sono:     Quanto ha guadagnato l’hotel?    Quanto ha guadagnato l’agenzia di viaggi?Per sapere quanto ha guadagnato l’hotel o l’agenzia di viaggi bisogna tener presente il tipo di accordo che è stato stipulato preventivamente tra le parti poiché il conteggio della commi…

Pre-pagamento o pre-autorizzazioni?

Ricordate la novità che vi accennavo al post di qualche giorno fa? Potete rivederlo cliccando qui. In ogni modo oggi parliamo di un tema, croce e delizia di chi lavora al front office. Come sempre voglio leggere i vostri commenti per essere sempre più utile. 

Tema di oggi?  Preautorizzazioni.


Supponiamo arrivi una prenotazione alla quale dovete verificare la copertura della carta di credito per diverse ragioni, come vi comportate? Esistono diversi modus operandi che seguono una loro logica ben precisa, tuttavia nel corso degli anni e per esperienza diretta mi sento di suggerire la pre-autorizzazione al pre-pagamento.
Quando preferire la pre-autorizzazione al pre-pagamento.

 üA differenza del pre-pagamento, la pre-autorizzazione è un blocco temporaneo di un importo specifico la cui autorizzazione viene data dal circuito di carte di credito oppure dalla banca di riferimento. L’importo pre-autorizzato non viene prelevato ma soltanto bloccato.

üNon è un addebito. Ciò permette in fase di check-o…

Il primo "panel" non si scorda mai

Ricordo con piacere il giorno della telefonata: faceva un freddo cane ed ero in stazione.
- Dottor Colella ? Forse sarà stato il freddo, forse il mio cronico debito di sonno, ma realizzai solo dopo un po di tempo che "Dottore" si riferiva a quel pezzo di carta incornciato a casa dopo anni di studio e di strane mattine con l'acidità di stomaco. - Si, pronto? - dissi io ancora stordito -Sono Enzo Aita..... A questo punto credetemi ma il senso di stordimento si era fatto maggiore.  Venni invitato a fare il moderatore del Panel assieme al mio carissimo amico Domenico de Vanna. Decisamente chiamarmi Sabato mi ha aiutato fare coppia con Domenico, tant'è che nei giorni a venire venimmo chiamati la coppia Weekend.
Francamente credo ancora oggi che ci sia stato un errore. Un piacevole errore direi.   Vi risparmio quello che è successo nei giorni antecedenti al Panel ma una cosa voglio dirvela: sapete cosa fa grande un evento?
LO SPIRITO DEL TEAM.
PRIMA:
Simone Puortoche mi inv…