Passa ai contenuti principali

Il mago pancione, un esempio di strategia per il tuo Hotel


Se state leggendo il titolo è probabile che state avendo le seguenti reazioni:

  • Wow il mago Pancione etciù. Quanti anni sono passati.  Ma che c'appizza con il turismo?
  • E chi è sto mago pancione? Uno di quei maghi  che si vedono nelle TV locali?
Bene "la risposta è dentro di te però è sbagliata" - parola di Quelo.

Il mago pancione era un cartone animato della mia generazione e faceva parte delle preferenze di quelli che all'epoca erano bambini.
Onestamente negli anni '70, '80 '90 non c'era la grande concorrenza come adesso. I canali erano pochi.

Immaginate di proporlo adesso senza effettuare modifiche strutturali alla grafica.  Quasi sicuramente pur avendo una sua utenza di nicchia  non otterrà lo stesso successo che ebbe in passato. Si può sostituire il mago pancione a qualsiasi altro cartone cult di quegli anni, il risultato probabilmente non cambia. Peppa Pig  (detta anche "Giusippina (Peppa) a' porc" a Napoli e dintorni) continuerà a essere tra i preferiti che a mio avviso ha puntato anche su una campagna e strategie marketing vincente. Oggi nessun bambino conosce più il mago pancione se non come un lontano ricordo di mamma e papà. 

Se gestite un albergo da diversi anni il concetto rimane lo stesso. 
"Cio' che andava bene in passato, può non andar bene nel presente, potrà essere ignorato nel futuro"
Come nei cartoni animati anche nel turismo NON c'è crisi ma sono cambiati i presupposti di scelta e il mercato. Rifletti, non è che forse sto ancora proponendo il mago pancione?
E tu che ne pensi? Commenta.


Commenti

Post popolari in questo blog

Come Calcolare le commissioni d'albergo

Cari amici e carissimi lettori, è una gioia per me vedere l’affetto che nutrite per il mio blog.  Dopo gli articoli come “ Prepagamento e acconto ” e “ Capire la caparra e l’acconto ” cercheremo di fare chiarezza anche sulle commissioni che tanto ci interessano nei rapporti con le OTA, i Tour Operator e le Agenzie di Viaggi. In maniera molto semplicistica, la commissione rappresenta la percentuale che va riconosciuta a un intermediario. A questo importo va scorporata l’iva. Ma andiamo per gradi e facciamo qualche esempio pratico: Supponiamo che abbiamo concordato con un’ agenzia di viaggi una commissione del 9% e da questa abbiamo ricevuto prenotazioni per un valore di 1000 euro   (consideriamo una cifra tonda). Le domande sono:     Quanto ha guadagnato l’hotel?     Quanto ha guadagnato l’agenzia di viaggi? Per sapere quanto ha guadagnato l’hotel o l’agenzia di viaggi bisogna tener presente il tipo di accordo che è stato stipulato preventivamente tra l

Gestire un Bed & Breakfast. Anticipare le esigenze dell'ospite prima dell'arrivo.

Foto tratta da Work.biz Un ospite che preferisce prenotare in un Bed & Breakfast in genere non lo fa solo per il fattore economico ma anche per il senso di "casa". Una delle esperienze più belle che ho avuto quella volta che da viaggiatore ho dovuto prenotare una struttura extralberghiera è stata quando il proprietario al quale avevo comunicato l'orario del mio arrivo, si fa trovare in struttura e ha iniziato un rapporto di cordialità e quasi amicizia. Lasciamo i processi di scelta per un altro articolo e chiediamo alla nostra collega Anna Cioffi di cui abbiamo già parlato in un articolo precedente , che esperienza ha avuto e come l'esperienza l'ha aiutata. Anna, pensi sia possibile anticipare i bisogni del viaggiatore che sceglie un B&B? Ogni viaggiatore ha bisogni personalizzati ! La Sua prima domanda è: “ Potrò fare questo?” Assicurare il nostro Ospite prima del viaggio è determinante. Per fare tutto ciò è importante informarsi per informare:

O.T.A. vs FEDERALBERGHI, una sfida all'ultimo sangue?

Quando si parla delle OTA le reazioni cambiano diametralmente se si tratta di un viaggiatore o se si tratta di un albergatore. Un’attrazione per i primi, una minaccia per i secondi. E’ un dato di fatto che in certi casi le commissioni possono essere alte ed ovviamente si guadagnerebbe di più se le prenotazioni arrivassero in maniera diretta. A questo proposito Federalberghi ha creato il video: “ Fatti Furbo” che incoraggia di telefonare direttamente gli alberghi per ottenere la cosiddetta "B.A.R" (Best Available Rate) stando attenti al "dumping"    il che di fatto significa lavorare in una sorta di disparità tariffaria.  La strategia che Federalberghi e molti manager vogliono portare avanti è davvero interessante e che condivido fino al punto che la disintermediazione non divenga totale. Uno come Sabato Colella che dice che non bisogna puntare alla disintermediazione totale è impazzito o non sa quanto ci costa lavorare con Booking.com ,