Passa ai contenuti principali

Web Marketing Day 2015 Destinazione Vietri sul Mare


Team dell'evento da sinistra a destra: Domenico De Vanna, Sabato Colella, Marco Nanni, Massimo Milone, Gianni Filideo, Giulio Gambardella.


Lo scorso 14 aprile, nella stupenda cornice di Vietri Sul Mare, ospitati dall’Hotel Lloyd’s Baia, si è tenuto il Web Marketing Day on the road.


L’edizione salernitana, è stata fortemente voluta per venire incontro alle esigenze di chi non riuscì a partecipare il 25 febbraio al Best Western Plaza di Napoli, occasione che ebbe un notevole interesse di pubblico e di feedback post-evento.

Nella ridente località di Vietri sul Mare in posizione strategica tra Salerno e la costiera amalfitana si è confermato un interesse da parte del pubblico per le tematiche di Revenue alberghiero, marketing e profitto. 

Il meeting totalmente gratuito è stato organizzato da Gianni Filisdeo, senior revenue & yield manager di “Hotels Revenue” con l’appoggio da parte di “Passepartout” (azienda che offre soluzioni informatiche per la semplificazione della gestione alberghiera).

L’’A.D.A. Campania (associazione direttori dl’albergo) ha offerto il suo patrocinio e per la quale è intervenuto il manager Lucio Ruoppolo quale rappresentante dell’associazione che ha aperto la giornata con i saluti di tutto il direttivo e un augurio tanto apprezzato.

Altra presenza è stata quella di Simone de Feo, vice-presidente del Centro Studi Manageriali “Raffaele Gattuso” che ha presenziato come ospite d’onore da parte dell’ADA nazionale.

Con Gaetano Castellano, “Veteran Coach” (come ama denominarsi) figura di notevole caratura nel panorama turistico nazionale, si è dato ufficialmente il via all’evento con una serie di dati inerenti al panorama turistico nazionale ricordando l’importanza della reputazione della località come indiscutibile strumento di vendita.

Massimo Milone, responsabile dei servizi turistici, manager rampante, ha dimostrato l’importanza di analizzare i punti di forza e debolezza nonché opportunità e minacce di un’impresa alberghiera evidenziando più volte il valore unico delle risorse umane entrando del cuore della cosiddetta “analisi Swot”. 

Giulio Gambardella, responsabile di Sales Blitz e analista di vendita, ha dimostrato come internet possa aiutare nei processi di vendita tramite ad esempio alla tracciabilità dei dati e la canalizzazione multicanale di Google. 

Dopo una pausa caffè, Marco Nanni di Passepartout ha dimostrato come avere dati facilmente disponibili e statistiche accurate possa permettere un’analisi più accurata e notevole spreco di tempo da poter utilizzare in maniera più pratica nelle pratiche di prima accoglienza. La professionalità è stata evidente nella sincerità delle risposte date al pubblico.


E’ seguita una piacevole pausa pranzo.

Il pubblico rimasto anche nel pomeriggio ha dimostrato di apprezzare gli eventi successivi che si sono tenuti in questo ordine:

Domenico De Vanna, temporary manager di diverse strutture con forte orientamento alla vendita e ha presentato in maniera dinamica e coinvolgente il suo “SELL SELL SELL”, da cui è emerso che il valore umano è l’unico vero elemento capace di indurre alla vendita e di aumentare il fatturato purché sia ben formato. Diverse domande da parte del pubblico inoltre hanno reso evidente come alcuni principi chiave possano essere applicati anche in situazioni diverse e in piccole realtà.

Gianni Filisdeo, di cui abbiamo parlato prima e CEO di Playrevenue che ha affrontato l’annoso dilemma sulla disparità tariffaria analizzando in maniera breve e coincisa i veri criteri di scelta di un utente. L’intervento è inoltre servito a unire in maniera omogenea i diversi speech precedenti concretizzandoli nella fase di back-office e introducendo l’ultimo relatore.

Sabato Colella, giovane blogger e community manager turistico molto apprezzato, trentenne rampante con alle spalle tanta gavetta in albergo e una formazione e esperienza orientata al marketing, ha spiegato come i processi decisionali, accennati nell’intervento precedente, possono essere persino indotti tramite strategie di marketing basate sull’affinità emotiva, spiegandone inoltre i segreti in un mercato globalizzato e social tramite study case.

Un supporto è stato dato dietro le quinte dal direttore Gianluca Balzano, sales manager del Best Western Plaza e da Giuseppe Taranto, fondatore del Web Marketing Day e direttore dell’hotel Cristina di Napoli. Si prevedono tappe future per il Web Marketing Day a Ischia e in altre località ancora da definire.

Commenti

Post popolari in questo blog

Come Calcolare le commissioni d'albergo

Cari amici e carissimi lettori, è una gioia per me vedere l’affetto che nutrite per il mio blog.  Dopo gli articoli come “ Prepagamento e acconto ” e “ Capire la caparra e l’acconto ” cercheremo di fare chiarezza anche sulle commissioni che tanto ci interessano nei rapporti con le OTA, i Tour Operator e le Agenzie di Viaggi. In maniera molto semplicistica, la commissione rappresenta la percentuale che va riconosciuta a un intermediario. A questo importo va scorporata l’iva. Ma andiamo per gradi e facciamo qualche esempio pratico: Supponiamo che abbiamo concordato con un’ agenzia di viaggi una commissione del 9% e da questa abbiamo ricevuto prenotazioni per un valore di 1000 euro   (consideriamo una cifra tonda). Le domande sono:     Quanto ha guadagnato l’hotel?     Quanto ha guadagnato l’agenzia di viaggi? Per sapere quanto ha guadagnato l’hotel o l’agenzia di viaggi bisogna tener presente il tipo di accordo che è stato stipulato preventivamente tra l

Pre-pagamento o pre-autorizzazioni?

Ricordate la novità che vi accennavo al post di qualche giorno fa? Potete rivederlo cliccando qui . In ogni modo oggi parliamo di un tema, croce e delizia di chi lavora al front office. Come sempre voglio leggere i vostri commenti per essere sempre più utile.  Tema di oggi?   Preautorizzazioni. Supponiamo arrivi una prenotazione alla quale dovete verificare la copertura della carta di credito per diverse ragioni, come vi comportate? Esistono diversi modus operandi che seguono una loro logica ben precisa, tuttavia nel corso degli anni e per esperienza diretta mi sento di suggerire la pre-autorizzazione al pre-pagamento. Quando preferire la pre-autorizzazione al pre-pagamento. Esempio tipico di strisciata da preautorizzazione . L'immagine è presa da internet al sito di un giornale siciliano per un caso successo a due turisti  che dovrebbe farci riflettere.Il sito lo t http://www.castelvetrano500firme.it/2014/07/  ü   A differenza del pre-pagamento,

Buonanotte, "Hotel del Futuro"!

Chi si ricorda di Emmett Brown... Come chi è?  Ragazzi mi fate sentire vecchio. Beh sappiate che Emmett Brown è stato il "DOC" di Ritorno al Futuro. Devo dirvi cos'è "Ritorno al futuro "? Beh avete 2 opzioni: o usare un bel flusso canalizzatore, un pò di plutonio e una deLorean diciamo che sono cose alla portata di tutti ai giorni d'oggi. Oppure se proprio volete complicarvi la vita potete usare Youtube e Google. Ma consiglio quest'ultima opzione ai più nostalgici e ai pigri e chi ha un computer obsoleto.  Bene ma non è di "Ritorno al futuro" che voglio parlarvi o di McFly o giù di lì. Ma rimaniamo in tema parlando dell'hotellerie del futuro. Ecco pressapoco quello che succede CORRE L'ANNO 2050. Esistono due tipi di alberghi: uno con il receptionist e uno senza. Quello con il receptionist è un hotel di classe e quello senza è, diciamo, alla portata di tutti. ANNO 2050 L' HOTEL DEL FUTURO CON RECEPT